Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

Archivio per il tag “schettino”

Carnevale grottesco

Si è appena conclusa la settimana carnevalesca e gli esiti non sono per niente buoni…

Guardate cosa si sono inventati gli amanti del travestimento

 

Questo simpatico bambino veste i panni del “famigerato”  Francesco Schettino, ormai così celebre da divenire una delle più gettonate maschere del Carnevale 2012. In realtà l’abito da capitano è sempre andato di moda, ma l’intento con cui quest’anno è stato acquistato e indossato è davvero grottesco.

“Due giorni dopo il naufragio della nave da crociera, abbiamo venduto 12 vestiti da comandante per un totale di 600 euro. Sono venuti a comprarlo anche gruppi di ragazzi, probabilmente per qualche festa a tema. Alcuni mi hanno addirittura chiesto se potevo ricamare il logo della Costa Crociere sulla schiena, ma ho rifiutato”

Questa raccapricciante dichiarazione è stata rilasciata al Corriere della Sera da Luigi Torriani, titolare del negozio Bottega del Carnevale di Milano.

Se indossato da un bambino questo capo fa venire i brividi alla schiena, forse suscita un sorriso di sdegno su un adulto ormai artefice del suo destino…

Per essere onesti questa “brillante” idea viene da Rio, la capitale del Carnevale, dove la tragica notizia del naufragio della Concordia ha risuonato con intensità. Al collo l’uomo porta anche un cartello con la celeberrima frase “Vada a Bordo Cazzo” ormai pronunciata in perfetto italiano in tutto il mondo insieme a pizza, a pasta e a mafia.

Anche se l’intento era satirico non trovo nulla di divertente e di festoso!!!

Non ha lasciato indefferenti neanche la love story tra il capitano e la ballerina fomentata dalla stampa internazionale.

A proposito di bambini sfruttati dai genitori si uniscono alla collezione…

 

Un povero neonato vestito da Steve Jobs e sbattuto immediatamente su Internet

 

A Napoli un bambino veste i panni dell’appena defunto motociclista Marco Simoncelli

La cosa inquietante è che la maschera non ha suscitato indignazione tra i presenti, che anzi si sono riversati in massa intorno al bambino per fotografarlo come una star. Non a caso questa foto è stata inserita nell’album di Facebook “La maschere più belle di Piazza del Plebiscito Napoli”, dove per fortuna sono arrivati i primi commenti polemici.

 

Dulcis in fundo…

Non poteva mancare in questa galleria degli orrori il vestitino di Zio Michele…il contadino di Avetrana indagato per la soppressione del cadavere della nipote quindicenne.

Ma non vanno più di moda i vestitini da Zorro, principessa, fatina, spiderman ecc???

Annunci

Dall’Isola del Giglio all’Isola dei Famosi


SCANDALOSO!!!

Mentre molte famiglie piangono i loro cari dispersi nel relitto della Concordia e il Tribunale del Riesame di Firenze ha confermato gli arresti domiciliari per il comandante Francesco Schettino, il settimanale Chi si è preso lo sfizio di sbattere in prima pagina, con tanto di ESCLUSIVA MONDIALE in caratteri cubitali, il principale indagato in compagnia della ballerina moldava Domnica Cemortan, sua presunta amante. Nelle foto inedite i due posano davanti a una tavola imbandita di ostriche e di granchi a Villefranche-sur-Mer un mese prima della tragedia durante una sosta della crociera. Non riesco ancora a capire, scusate i miei limiti, il perchè di tutto questo…che gusto trovano questi presunti giornalisti nello sputare fango sulla vita di due persone??? Il comandante era già abbastanza compromesso per i suoi imperdonabili errori nautici e ora si ritrova a fare i conti con la sua vita privata davanti a un mondo intero. Non vorrei apparire come l’avvocato del diavolo, però non vi sono prove certe che la donna fosse veramente sua amante, ma poi anche se fosse non ci dovrebbe interessare minimamente!!! Se Schettino si è proprio cercato l’odio pubblico, invece che colpa ha questa ragazza per essere marchiata da tv, dai giornali e peggio dall’opinione pubblica come una sgualdrina??? Si è davvero suparato il limite e mi sento di dire che questo non è vero giornalismo, ma spazzatura ben confezionata e d’altronde basta pensare che il direttore di questa rivista è opinionista fisso al Grande Fratello per capire la rispettabilità del giornale in questione. Non sono assolutamente contrario alla cronaca rosa quando i protagonisti sono starlette di bassa leva che vivono grazie a questo, ma quando si incomincia a speculare su tragedie in modo così ignobile non posso che dissentire a gran voce. Non vorremo mica trasformare i veri naufraghi in protagonisti di un orrendo reality…non vorremo trasformare l’Isola del Giglio nell’Isola dei Famosi??? Temo che la distanza tra vedere Schettino davanti a processo e in Honduras vicino al mago Otelma sia davvero breve.

 Cambiando completamente argomento…ieri il mio blog ha ricevuto da Isabella, mia fedele lettrice e autrice di un interessante sito sui lavori manuali (www.manifelici.blogspot.com), un premio che permette di aumentare la visibilità ai blogger emergenti. Quindi come in una catena di Sant’Antonio ora sono stato investito del compito di premiare altri 5 blog con meno di 200 followers e, nonostante l’imbarazzo della scelta, il mio premio va a:

1) DEVIS (http://www.devisblog.it/) un romagnolo DOC che in questi giorni sta vivendo seri problemi con la neve

2) NOWHERE MAN (http://raccontinellastalla.blogspot.com/) uno dei miei primissimi lettori e anche grande esperto di musica

3) MISTERGRR (http://sonoschiavodelpatpat.blogspot.com/) serio critico televisivo e inerme vittima della disoccupazione

4) CHAGALL (http://alpeggiononcemaifine.wordpress.com/)  raccontastorie e grande appassionato d’arte

5) TOPINAPIGMY (http://latopinadellavalleargentina.wordpress.com/) appassionata di Cinema, ottima fotografa, amante degli animali e raccontastorie

Come potete vedere ce n’è per tutti i gusti, quindi buona lettura!!!

Il gusto dell’orrido

Eccomi di nuovo attivo dopo tanto tempo…mi è mancato molto aggiornare il blog e nonostante fossi assorbito dallo studio ho sicuramente avuto modo di costatare cosa stesse succedendo intorno a me e ancora una volta mi sono vergognato di essere italiano…un solo nome è necessario per farvi capire: CONCORDIA. La vergogna non nasce soltanto per il terribile incidente che, alla luce dei tempi passati dal Titanic, non ci si aspettava certo di rivedere, ma soprattutto per il modo con cui i media stanno trattando la vicenda…l’isola del Giglio si è trasformata in un palcoscenico, dove dal 14 gennaio va in scena una tragedia ricca di colpi di scena che quotidianamente vengono a galla…naturalmente non possono mancare l’eroe e l’antagonista, ossia gli ormai famosi De Falco e Schettino: il primo è il tanto lodato ufficiale della capitaneria di bordo di Livorno, che con toni veementi la notte del 13 rimproverava il secondo, il tanto vituperato capitano della Costa Concordia, costringendolo a risalire a bordo dopo un’ignobile fuga. Naturalmente l’errore di Schettino (come confidenzialmente viene ormai chiamato) è inaccettabile, però, se non fosse stato per il suo atteggiamento irresponsabile successivo, si sarebbe sempre potuto perdonare un errore umano…ecco allora che è finito dritto dritto in pasto ai media che l’hanno triturato e sminuzzato per bene, mostrandolo al mondo come il “capitan bugia”. Dall’altro lato abbiamo, come in ogni tragedia, il coraggioso eroe De Falco, osannato da tv, dai giornali e dall’ opinione pubblica, come se si fosse arrivati al punto che compiere il proprio dovere sia segno di lode e di rispetto e non di normalità (lui stesso ha dichiarato di non aver compiuto niente di straordinario). In Italia siamo così…abbiamo sempre bisogno di un buono e di un cattivo, di un colpevole e di un innocente, di un vile e di un coraggioso…addirittura ho senito dire che per ogni Schettino ci dovrebbe essere un De Falco, come se ormai fossero prototipi da adattare ad ogni uomo…innanzi tutto credo che nessuno possa prevedere il suo comportamento in situazioni come queste e poi, a dirla tutta, io vedo molti  più “schettini”  al potere che “defalchini”…basti pensare a quel politico non molto alto, tanto “simpatico” che ci rassicurava sulla buona salute dell’Italia mentre questa cadeva a picco peggio che la Concordia.

Poi quello che non ho tollerato è stato l’accanimento mediatico intorno a questa vicenda…abbiamo oltrepassato il diritto di cronaca e, come dicevo prima, siamo sfociati alla teatralizzazione a fini lucrosi e questo per colpa degli stessi Italiani che continuano a guardare in massa queste trasmissioni. Mi associo perfettamente a quanto detto dalla Littizzetto domenica: “ma è possibile che ci siano tanti di quei microfoni aperti per quante siano le bocche che sparano minchiate”…è davvero la voce della verità!!!

Non ci si può stupire se poi in pieno inverno gli alberghi al Giglio sono affollati di turisti che accorono per fare fotografie al relitto della crociera come a un affresco di Leonardo, a una scultura del Bernini o a quei meravigliosi paesaggi naturali che in Primavera l’isola può offrire…la colpa è solo della tv che crea questo terribile gusto dell’orrido e fa affascinare invece che indignare, giudicare invece che costatare e parlare invece che assistere in silenzio alla morte.

 

Ormai la realtà è divenuta reality e a vedere questa foto mi vengono in mente le nomination del Grande Fratello

CHI VUOI ELIMINARE??? AL PUBBICO L’ARDUA GIUSTIZIA!

Navigazione articolo