Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

Archivio per il tag “lega nord”

Senza Vergogna!

Il nostro bel paese sta vivendo giorni di lutto e di sconforto dopo le due tremende tragedie del weekend: la prima a Brindisi causata dalla barbaria umana (usare “bestialità” sarebbe un complimento per i colpevoli dell’attentato) e la seconda nell’Emilia Romagna causata dall’indomabile forza della Natura. Ora oltre alla crisi economica l’Italia e gli Italiani hanno ben altro per piangere e per rimanere afflitti in ginocchio…un silenzio immane incombe sulla nostra nazione ferita.

Silenzio??? Neanche questo è stato rispettato purtroppo, ho sentito da sabato troppe parole e blasfemie, ma soprattutto ho letto tra Facebook e Twitter frasi sconcertanti…

La prima ha avuto risonanza mediatica ed è la frase scritta su Fb da Stefano Venturi, consigliere della Lega Nord di Rovato:

Per fortuna il partito ha costretto il consigliere a rassegnare le dimissioni dopo la frase abominevole…la prima cosa intelligente che vedo fare dalla Lega:)

La seconda è sicuramente di portata minore per visibilità, ma non per brutalità…è un tweet di una certa Mery Pompins @Elettra Besito, che alla luce dei suoi innumerevoli followers si è sentita in diritto di dire: “Ho sempre pensato che dei Pugliesi si salvi solo il 30%. Il resto è solo gente da bruciare”. Tutto ciò a poche ore dal tragico attentato e dalla morte di Melissa che dall’esplosione di una bomba è davvero stata bruciata viva.

SENZA PAROLE!!!

Milano: roccaforte degli Hu!

Per chi vive, lavora o studia a Milano è ormai evidente che il capoluogo lombardo sia divenuto una vera megalopoli cosmopolita al pari di Londra, Parigi e NewYork e nella settimana della famosa fiera del design in città si sente parlare solo inglese. A confermare queste percezioni sono gli autorevoli dati anagrafici del comune di Milano, da cui emerge un quadro davvero incredibile: dopo Rossi il cognome più diffuso nella città non è Brambilla o Fumagalli, ma il cinese Hu. I due cognomi storici di Milano infatti sono stati completamente superati e ridotti al fondo di un’ipotetica classifica. Se negli anni ’60 a fare scalpore erano i cognomi meridionali, ora a creare polemiche è la massiccia presenza di cittadini di origine orientale: oltre a Hu occupano posizioni importanti anche i nominativi Chen, Zheng e Zhang e altri di origine araba. Oltre a Milano la questione interessa anche l’intero Veneto, come dimostra lo studio di  Enzo Caffarelli, docente di Onomastica all’universita’ di Roma Tor Vergata, per l’Anci.  Cognomi non certamente “padani” come Greco, Giordano, Romano, Gallo, Santoro, Messina, Caruso e Pugliese sono in rapida ascesa nella gran parte delle regioni settentrionali, tra le quali anche il Veneto. A Verona poi spiccano i cognomi senegalesi Fernando (14° posto) e Warnakulasuriya (20°) e a Treviso nella classifica dei cognomi piu’ frequenti si piazza al 29° posto l’albanese e kosovaro Gashi. A San Bonifacio, in provincia di Verona, il primo cognome in assoluto e’ Singh (cognome maschile di indiani e pakistani sikh), e il secondo Kaur (cognome femminile di indiani e pakistani sikh). Tra i primi 50 si contano inoltre un altro cognome indiano, Kumar, e altri 8 stranieri tra i 200 piu’ numerosi, tra cui senegalesi, cinesi e slavi.

Povera Lega, oltre ai numerosi scandali con cui deve convivere in questi giorni, le tocca pure sopportare un simile affronto proprio nelle regioni dove ha visto la luce!!!

Naturalmente sono ironico perchè in questi dati non ci vedo proprio nulla di preoccupante, ma anzi un segnale di progresso!

 

MA POI LA RAZZA PADANA ESISTE VERAMENTE???

Navigazione articolo