Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

100% affidabile!

Dopo vari giorni di assenza vi devo informare su un importante e gradito premio che il mio blog ha ricevuto poco tempo fa…

 

Il premio mi è stato virtualmente consegnato da Artù, originale e creativa foodblogger che potete trovare all’indirizzo  http://lacasadi-artu.blogspot.com/, con le seguenti motivazioni:

1. E’ aggiornato regolarmente
2. Mostra la passione autentica del blogger per l’argomento di cui scrive
3. favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4. offre contenuti ed informazioni utili ed originali
5. non è infarcito di troppa pubblicità
 
Vi riporto anche la frase molto carina con cui Artù ha giustificato la sua scelta:
Premio Davide Bellombra per il suo blog di attualità ricco di spunti, di video, di ricordi, di stuzzicanti provocazioni, scorrevole, sempre giusto nei tempi e aperto al dialogo anche con noi foodblogger.
 
E’ inutile dirvi quanto mi abbia fatto piacere ricevere questo premio sia perchè ripaga gli sforzi del gestire un blog e poi perchè l’affidabilità sembra essere divenuta oggi una qualità rarissima…di quante persone possiamo fidarci veramente??? Voi avete la fortuna di poter contare su una persona al 100% affidabile???
 
Sicuramente Lucio Dalla aveva trovato in Marco Alemanno una persona al 100% affidabile…un amico intimo che non lo avrebbe mai tradito con meschinità, un confidente delle sue paure, un compagno nei momenti di svago e una persona che nel momento drammatico del suo funerale è riuscita con forza e dolore a gridare il suo profondo sentimento…
 
 
Eppure l’alta voracità dei mass media non è riuscita a fermarsi nemmeno di fronte a tutto questo e ha voluto ancora una volta accanirsi contro un qualcosa di puro e di intoccabile. Dal giorno seguente sono piovute le polemiche sulla possibile relazione del cantautore con il giovane e sull’omissione da parte di Dalla della sua omosessualità. Tutti si sono sentiti in dovere di esprimere la loro opinione o meglio il loro pesante giudizio. Ha incominciato la giornalista Lucia Annunziata che ha sostenuto: “I funerali di Lucio Dalla sono uno degli esempi più forti di quello che significa essere gay in Italia: vai in chiesa, ti concedono i funerali e ti seppelliscono con il rito cattolico, basta che non dici di essere gay. È il simbolo di quello che siamo, c’è il permissivismo purché ci si volti dall’altra parte”.
La polemica della conduttrice di “In 1/2 h” nasceva dal fatto che nessun giornalista si fosse degnato di chiamare il ragazzo “compagno di Dalla” prediligendo il sinonimo “amico intimo” e dalle parole del monsignor Gabriele Cavina, numero tre della Curia bolognese, che ha presentato Alemanno come “collaboratore” di Dalla e ha rammentato il dovere della confessione e della penitenza per non “accostarsi all’Eucarestia in peccato mortale”. Sono seguite a ruota le infiammate frasi di Franco Grillini, presidente di Gaynet, che ha dichiarato: “Lucia Annunziata ha ragione quando denuncia l’ipocrisia della Chiesa cattolica dicendo che se Dalla fosse stato gay dichiarato non gli avrebbero fatto i funerali in chiesa”. Non poteva assolutamente estromettersi dalla pesante querelle il critico letterario Aldo Busi che è arrivato ad apostrofare Dalla “gay represso cattolico”.
L’unica voce fuori dal coro e veramente degna di essere ricordata è quella di padre Bernardo Boschi, amico e confessore di Lucio, che senza ipocrisie e con spontaneità si è rivolto durante all’omelia proprio al presunto “collaboratore” con queste parole: “questo tonfo… quasi crudele, vero Marco?… ci ha lasciati tutti più soli, più tristi”. Con grande onestà intellettuale questo prete è riuscito a scorgere un reale sentimento al di là della rigida morale cattolica e in una sola frase ha liberato la Chiesa da un’immagine sessuofobica e omofoba ormai secolare.
Comunque alla fine di questo grande polverone concedetemi un liberatorio MA CHI SE NE FREGA…io ricorderò Lucio Dalla per la sua attività artistica e non certo per il suo orientamento sessuale, che si sarebbe dovuto dichiarare solo su volontaria richiesta del cantante e non senza rispetto dopo la morte…in fondo un personaggio pubblico non deve necessariamente rinunciare al suo privato e Dalla l’ha fieramente tutelato fino alla fine.
 
Per fortuna Lucio si è circondato di tanti amici che, ora che non c’è più, sono scesi in campo per difenderlo dalle accuse di ipocrisia e di falsità…queste sono le persone al 100% affidabili che auguro a tutti voi di trovare!
 
 
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

49 pensieri su “100% affidabile!

  1. Complimenti per il premio! 🙂

    Onestamente della storia di Dalla-Alemanno ne ho davvero, fin sopra i capelli..

  2. eheh… credevo che questa dei “premi” fosse un’epidemia solo della piattaforma Blogger, invece vedo che ve la beccate pure qui… :-))

    Su Dalla, ammetto che è il classico argomento su cui non riesco ad avere una posizione (il che in parte è seccante, ma al tempo stesso, forse, è indice di onestà e umiltà…)
    Da un lato credo anch’io che l’intimità sentimentale e sessuale di un individuo sia una cosa privata e personale, e che nessuno debba avere il dovere di dire se gli gustano i maschi o le femmine o entrambi, così come nessuno deve dichiarare se lo yogurt gli piace più alla ciliegia o al mirtillo.
    Dall’altro devo però aggiungere che, mentre in una utopistica e ideale società civile la sessualità dovrebbe essere un puro, semplice e libero lato della vita privata, in un mondo tormentato da pregiudizi e persecuzioni omofobe un artista fortunato, straricco e famoso avrebbe forse un certo dovere di testimonianza (ma è ovvio che non posso certo essere io ad imporgliela), e che il volere, da gay, dei funerali cattolici, significa o voler dare un fortissimo segnale di Provocazione (ma sinceramente non mi è sembrato questo il caso) oppure essere piuttosto ipocritucci, pecoroidi e conformisti.

    p.s.
    voglio sperare che l’Aldo Busi “critico letterario” sia una battuta: non sarà uno scrittore supremo, ma da uno studente di Lettere non me l’aspettavo… 😀

  3. Complimenti per il premio. Un saluto, Davide.

  4. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  5. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Complimenti per il premio che hai ricevuto, ciao.
    Pier Carlo Lava

  6. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  7. Io credo che ognuno nella vita sia libero di fare ciò che crede senza dover per forza rendere partecipe tutti delle proprie scelte. Anche perché non capisco quale interesse possa avere la notizia dell’omosessualità di qualcuno. Come se un etero si debba sentire in dovere di dire al mondo: Ehi, io sono etero! E chi se ne frega!

  8. Bel collegamento… Aldo Busi dovrebbe star zitto e pensare al fatto che se lui vuol fare la macchietta gay-intellettuale in tv, non tutti hanno questa aspirazione ed ognuno, etero o non può decidere se vivere in maniera palese o meno il proprio privato…
    io vedo un po’ di ipocrisia anche nelle parole di Padre Boschi: in primis se dici che la chiesa condanna il peccato, allora vuol dire che sei il primo a considerare l’omosessualità qualcosa che va rifuggita, facendo parte della chiesa… e in secondo non vedo questa liberazione della chiesa da quest’ombra omofoba che ostina a portarsi dietro.. direi che è meglio se i prelati guardino alla loro trave dentro l’occhio piuttosto che alle pagliuzze in quelli degli altri, perchè se trovi preti nei siti gay mi farei qualche domanda…
    riguardo al polverone bastava che i giornali definissero in maniera naturale e tranquilla le persone per il loro nome e status, sarebbe stato più corretto e non sarebbe successo nulla….

    • Non è stato Padre Boschi a parlare di “peccato mortale” durante il funerale, anche perchè, essendo suo confessore, conosceva sia la sua vera natura sessuale sia anche la sua profonda fede…ha preferito giustamente concentrarsi sulla seconda!

      • “Inoltre la Chiesa condanna il peccato, non il peccatore quando questi fa un certo cammino”, precisa Boschi
        Da IlFattoQuotidiano

        non parla di peccato mortale, ovviamente, però, come ho detto sopra…

      • Ah questa non la sapevo! Vabbè mica siamo davanti a Don Gallo!

  9. Concordo esattamente con ogni tua parola su tutto il gossip e l’ipocrisia e la mancanza di rispetto che ci sono stati nei confronti di Lucio Dalla.
    Ma non mi meraviglio…purtroppo…

    Congratulazioni per il premio 🙂

  10. Quante parole giuste che hai detto, purtroppo sembra che adesso la tv debba urlare ragioni e verità anche quando è il caso di stare zitti e rispettare il dolore delle persone. Un abbraccio

  11. A me sinceramnte, se frequentva uomini o donne non interessa poi molto.
    Ognuno è libero di fare ciò che vuole.
    Come sempre si riesce a far penetratre lo “sporco” anche in una cosa splendida e pulita.

    OT. Oggi in pubblicià ho visto che vendono il dvd sulla nave Concordia.!?! Speculazione a mille 😦
    Ciao.

  12. Complimenti Davide!!!! premio meritatissimo.
    Ogni volta che visito il tuo blog mi si accende una speranza, ci sono ancora giovanissimi di buon senso, culturalmente preparati, attenti al sociale.
    In poche parole uno di questi pochi sei tu mio caro Davide.
    In quanto a Dalla , è stato, lo è tuttora, lo sarà per sempre , un grande maestro sia per quanto riguarda la musica italiana, ma anche come persona, perchè è sempre stato fedele a se stesso, ricco di personalità e di talento! Un GRANDE!!!!!!
    Un abbraccio

  13. Niko in ha detto:

    Che Italia! Ma “chissene” se era gay o meno……. a volte c’è da vergognarsi ad essere Italiani, quando qualcuno se ne esce con certe frasi… La Chiesa poi è bene che guardi gli affari propri interni che lì ce ne sarebbe da scrivere, altro che Enciclopedia Britannica… robe da matt!

  14. Riguardo a Dalla, questo schifo non lo voglio nemmeno commentare….sono solo dei poverini. Viva Dalla e tutti, TUTTI quelli che gli hanno voluto bene e gli e ne vorranno per sempre. Riguardo a te invece…..bhè…..COMPLIMENTISSIMI!!! Sei bravissimo, l’ho sempre detto. Te lo meriti proprio questo premio Bellombra! Bravo!

  15. Grazie mille Davide!!!

    scusa ma da ipad non riesco a commentare sulla piattaforma wordpress….misteri del web. E’ per questo che non ero riuscita a farmi sentire!!!

    Ti sei meritato il premio e sono convinta che tu avrai un futuro, sei bravo e te lo meriti!!

  16. Credo che la tolleranza e il rispetto delle diversità dovrebbero essere la base dei rapporti tra individui. Disapprovo fortemente questa “sete” del giornalista che, passando sopra ai sentimenti piu’ intimi delle persone di spettacolo e non,”vende” la parte piu’ sacra di ognuno di noi…il nostro cuore.
    Lucio Dalla è stato un mito dei miei anni ..passati…ho cantato a squarciagola le sue canzoni correndo in scooter per andare a scuola!
    Lasciamo riposare in pace chi di pace e gioia ci ha riempito l’anima.

  17. Dimenticavo….complimenti!!!
    Leggerti è un piacere …scorrevole, preciso e interessante.
    Bravo !!!

  18. Sere in ha detto:

    BRAVISSSSSSSIMO DA 🙂

    é sempre un piacere leggere il tuo blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: