Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

Perchè Sanremo è Sanremo!

 

Eccomi anche questa domenica con la rubrica “Personaggi Straordinari”, che oggi in via eccezionale subisce una leggera variazione: infatti vi parlerò di un evento straordinario…il Festival di Sanremo!

Nato come Festival della Canzone Italiana nel 1948, ancora oggi dopo ben 62 anni rimane l’evento mediatico per antonomasia, non smettendo mai di suscitare apprezzamenti, euforia, critiche e polemiche.

Se fino ad ora la kermesse non aveva ancora fatto discutere, oggi, a un mese dall’ inizio ufficiale, è stata presentata dal conduttore Gianni Morandi la lista dei 14 big in gara e le prime querelle sulle selezioni sono incominciate ad arrivare. A suscitare varie polemiche è stata soprattutto la scelta delle Nuove Proposte attraverso Facebook: infatti non si capisce il perchè questa via, nata come democratica, abbia alla fine favorito sempre i soliti raccomandati o i reduci dai vari talent show…non poteva essere altrimenti visto che a determinare i prescelti era la votazione degli utenti del social network, che di sicuro non vanno a parteggiare per un perfetto sconosciuto (quattro giovani artisti hanno presentato un ricorso al Tar del Lazio giudicando “discriminatori” i criteri di selezione). La critica più accesa è arrivata dal re di “Striscia la Notizia” Enzo Iacchetti che ha definito questa idea “una porcata” e ha apostrofato il Gianni nazionale come “ignorante della musica dei giorni nostri” e “schiavo della major della discografia” e alla fine l’ha mandato pure a…Secondo me poteva essere anche una buona idea, ma è stata mal impostata probabilmente per la mancanza di tempo e di mezzi…speriamo comunque di veder nascere in questa edizione un nuovo artista come Ramazzoti nell’ 1984, Laura Pausini nel 1993 e Bocelli nel 1994.

Come sempre, però, l’attenzione maggiore si è focalizzata sui Big (parola grossa per certi concorrenti)  che Morandi ha elencato oggi a “L’Arena” di Giletti…ecco i nomi:

-Nina Zilli con “Per Sempre”

-Samuele Bersani con “Un pallone”

-Pierdavide Carone e Lucio Dalla in “Nanì”

-Irene Fornaciari con “Il mio grande mistero”

-Matia Bazar con “Sei tu”

-Noemi con “Sono solo parole”

-Francesco Renga con “La tua bellezza”

-Emma Marrone con “Non è l’inferno”

-Arisa con “La notte”

-Eugenio Finardi con “E tu lo chiami Dio”

-Chiara Civello con “Al posto del mondo”

-Gigi D’Alessio e Loredana Bertè con “Respirare”

-Marlene Kuntz con “Canzone per un figlio”

La grande novità di questa edizione è la serata del Giovedì dedicata ai successi italiani nel Mondo: infatti i cantanti in gara verranno affiancati da star internazionali dal calibro di Brian Jane Morris, Brian May, Josè Feliciano e tanti altri.

Unico superospite per ora confermato è Adriano Celentano, che riserverà sicuramente sorprese dopo anni di silenzio e l’uscita di uno scoppiettante album di protesta…certamente non si lascerà scappare l’occasione di dire la sua su Monti e sulla crisi davanti a milioni di telespettatori. Naturalmente l’ufficializzazione della sua presenza ha subito surriscaldato l’atmosfera e non tutti condividono questa scelta, come Aldo Grasso, giornalista e critico tv, che ha definito su “Corriere.it” la sua partecipazione “un’infinita tristezza” perchè “ci si dona al pubblico solo in momento di promozione”. Il Molleggiato non poteva rimanere inerme e sul suo blog ha scritto un messaggio simile a una dichiarazione di guerra…

Caro Grasso,
tu hai capito male, io non vado a Sanremo a promuovere il disco.
C’erano altri modi per farlo e non l’ho fatto.
Vado a Sanremo soprattutto per parlare e parlerò anche di te e di quelli come te.

Adriano

Se ne sentiranno delle belle allora…ma voi lo vedrete almeno il Festival??? Non ditemi che siete di quella categoria che dichiara di non vederlo, ma poi non si perde una puntata??? In fondo la magia di Sanremo investe anche i più cinici e poi io che amo la musica non posso non guardarlo!!!

Vi lascio con la solita riflessione…Il Festival di Sanremo è ancora in grado di attirare l’Italia intera come un tempo o dopo 62 anni l’interesse si è un po’ spento? Per me i grandi successi delle ultime edizioni parlano chiaro e ho anche notato che molti più giovani si sono interessati alla kermesse rispetto al passato grazie a uno snellimento del regolamento, alla partecipazione di cantanti emergenti e all’introduzione del televoto. 

 

 

 

 

Alla prossima…

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

42 pensieri su “Perchè Sanremo è Sanremo!

  1. Il Festival è magico. Non vedo l’ora del 14! 🙂

    • Anche io:) Non hai niente da dire su tutto questo polverone???

      • Se proprio me lo chiedi…parto! Ahahahah!

        Allora, io ho sempre sostenuto (e continuerò a farlo) che l’IDEA di Sanremo Social non era male, far decidere al popolo del web (anche se solo su facebook…va beh) i propri beniamini da portare al festival non era proprio malvagio, una bella idea per avvicinare i giovanissimi al Festival.

        Ma come è stato sviluppato poi? Due parole: una porcheria.

        Continuavano ad aggiungere canzoni fino all’inverosimile e fino all’ultimo giorno, senza un minimo di controllo su età dei cantanti (lo dico perché era passato poi un concorrente di 31 anni) e sulle canzoni stesse (2 eliminazioni dopo esser passati). Un numero enorme di canzoni che, per ascoltarle tutte, avevi bisogno di una vita e mezza e forse non ti bastava. Quindi chi si poteva scegliere se non chi conoscevamo di più, quindi i vari Casillo, Mogavero ed altri Amici? Io ho avuto la pazienza di ascoltare, il primo giorno, tutte le canzoni che avevano postato, e ne avevo scelte 9 da votare, tra cui le Millionaire Blonde e i Power Francers. Poi l’interfaccia…ci mettevi un sacco per ascoltare le canzoni, e ho una connessione ADSL.

        Fatto sta che a SanremoSocialDay, altra porcheria, si presentano in 60. Certo, perché uno ha 10 ore di tempo da perdere no, però, se non altro, ho avuto la fortuna di ascoltare live le canzoni passate.

        Giudizio? Mou e Guazzone OK (non ottimo…OK), le altre 4 (tra cui il super amico canterino di Zio Gerry Alessandro Casillo)…che dio ce ne scampi. Lasciamo perdere il fatto che abbiano già un contratto discografico per 5/6, è sempre stato così a Sanremo Giovani e non vedo che problema ci sia, anzi per me a Enzo (mi sembra che appoggiasse Simonetta Spiri) rodeva il fatto che fossero passati cantanti che non piacevano a lui; le 4 canzoni sono proprio brutte.

        Io sicuramente tiferò la Mou, non ho alternative, e sono certo che se la giocherà con Casillo. Per fortuna il cast di Sanremo Big mi piace molto di più (per 6/7…non mi convincono solo Fornaciari e Carone, avrei voluto vedere come detto su twitter L’Aura e Mengoni), ma dal 14/2…tutti su Rai1!

        Ah, per quanto riguarda la questione età. Onestamente non so cosa pensare…sinceramente da un lato non è sbagliato, ma pensiamo a questo: è meglio un 30enne Raphael Gualazzi esperto, con una gavetta immensa e un talento unico, o un inesperto, bravino, belloccio-per ragazzine ormonato 15enne (!) Alessandro Casillo? Ciao!

        (temo di aver scritto troppo).

  2. Ahah…questa si che è una bella risposta! Quello che mi aspettavo da te su questo argomento!!! La penso perfettamente come te!

  3. Oramai la magia di Sanremo è passata. Io ci andai nel 1995 per vederlo dal vivo. Quella fu vera emozione. Adesso mi fa pena. Però lo guardero per curiosita. Sperando ci sia almeno ina canzone interessante e non come sempre accade che per radio si sente sempre la solita perche la casa discografica paga.
    Un abbraccio e buona giornataa!!!!

    • Ciao Devis:) Come sei riuscito ad ottenere i biglietti per assistere dal vivo? Mica li danno solo ai Sanremesi o per invito? Beh io non posso ricordarmi le scorse edizioni e quindi mi devo limitare a quello recenti…come sempre un tempo era tutto meglio, ma che ci devo fare se appertengo alla nuova generazione???

      • Tramite conoscenze comuni. Mi era costato un botto. Ma avevo deciso di investire così i soldi per le ferie. Anche perchè mi son dovuto comprare uno smoking. Quindi ti lascio ben immaginare…
        Una bellissima esperienza che, comunque, non rifarei.
        La nella settimana del festival è vera festa. Non si dorme mai. Pieno di vip. Pare di essere in una “notte degli oscar” nostrana.

        All’epoca sbazzicavo sempre anche a mediaset e facevo il figurante. Quindi alcune conoscenze mi hanno aperto determinate strade che, comunque, ho lasciato perdere. Non fanno per me 😀

        Un mega abbraccione!!!!

      • Wow…che very important person!!! Mi piacerebbe andare a fare un giro da quelle parti quest’anno…naturalmente rimanendo fuori dall’Ariston!

    • Ma che VIP 😀
      Magari NIP

      Posso dirti che ho partecipato anche a vari giochi a fine anni ’90
      Ma è un periodo chiuso, morto e sepolto.
      Troppi brillantini per i miei gusti. E troppi compromessi.

      Be’ basta che ti fai due giorni a Ventimiglia, è a due passi da Sanremo e puoi tranquillamente goderti lo spirito di “festa” che c’è, passerella compresa.

      Un abbraccione!!!!

      • Beh sono comunque esperienze che ti hanno lasciato qualcosa nel bene e nel male e quindi non vanno rinnegate! Forse questo può essere l’anno buono se riesco ad organizzare con una amica, ma fino a quando non sono lì non ci credo!!!

      • E tu fammi sapere d’accordo?? Tienimi informato che son curioso come una scimmia!!!!
        Un mega abbraccio Davide!!!!

      • Certamente Devis:) Grazie per l’interesse…mi fa piacere!

  4. Io sono di quella categoria che dichiara di non vederlo, e da anni non ne vede mezzo decimo di secondo (esattamente come faccio coi reality, i tg, i talent show e compagnia brutta). Ci puoi giurare… :-))))

    (non è una posa: sono allergico a tutto ciò che è nazional-popolare: ci sono così tante altre cose più belle e divertenti, da fare…)

    ti perdono, ma solo perché sei un ragazzino, e ti voglio un gran bene… 😀

    • Ciao Zio:) Naturalmente non avevo dubbi sulla tua posizione e non mi riferivo a te parlando degli ipocriti che dichiarano di non guardarlo…so bene che tu sei sincero! Mi diverto ogni volta a leggere i tuoi commenti ai miei post “nazional popolari”! Comunque mi sembra esagerato paragonare il Festival a un reality o a un talent…quindi non guardi neanche i tg???

      • No, i tg sono forse la cosa a cui sono più allergico: la spettacolarizzazione becera, il fare da traino pubblicitario, le voci cantilenose, l’atteggiamento da maestrini e maestrine che spiegano la notizia a bambini ritardati (“Cambiamo decisamente argomento” “Vi ricordate?” ecc) Inoltre vengono ritenuti dalla gente quasi “obbligatori”, e io sono un bastiancontrario…
        Riuscivo a sopportare quelli della Svizzera Italiana, sobri e telegrafici. Attualmente preferisco informarmi tramite agenzie, blog e giornali (anche se il mio sogno di monaco-artista è riuscire un giorno a star fuori dal mondo e non informarmi per nulla…) 😀
        Però tranquillo, non pensavo mi dessi dell’ipocrita: il mio scherzoso “perdono” era riferito al fatto di aver parlato del festival… :-)))
        Ti abbraccio forte!

      • Si avevo capito:) Neanche io guardo con molto piacere i tg nazionali…preferisco guardare le notizie in tempo reale su internet o al massimo su sky!

  5. io sono lontano anni luce da quello che (non) succede musicalmente a Sanremo. Se la musica è morta (e per certi versi lo è), Sanremo è un bel cimitero da anni. Non capisco -a parte gli interessi di qualcuno- perchè portarlo avanti… E’ l’Italia media.

    A parte questo, a piccoli tratti lo guardo: o per vedere questa o quella figa o per divertirmi con canzoni al limite del trash (e che teoricamente sono serie).
    Facessero vedere altri concerti e altri festival ne guadagnerebbe la cultura musicale, e quindi la cultura in toto. Ma niente, siamo italiani anche in questo…

    • Che critiche dure!!! Non mi sembra il male peggiore che abbia l’Italia, anzi è uno dei pochi eventi che dà una pubblicità positiva e prestigiosa al nostro paese e che gli stranieri guardano con invidia…i Tedeschi hanno cercato di imitarci con scarso successo! Poi qualche volta si potrebbe anche parlar bene della tv, della cultura, della musica, del cinema che vi sono in Italia, senza sempre credere che all’estero sia meglio! Poi da Sanremo sono usciti capolavori musicali, basti pensare alla canzone vincitrice della scorsa edizione…ti posso dare ragione se pensiamo alle due edizioni precedenti vinte dagli Amici di Maria e dal principe di Savoia, ma non possiamo ridurre 62 anni solo a questi inconvenienti! Comunque rispetto la tua opinione, che purtroppo o per fortuna rappresenta la minoranza degli Italiani, che invece attendono con ansia questo evento per vedere qualcosa di diverso e di spettacolare in tv.

      • critiche ma assolutamente senza rancora Davide!!:)
        Per me la cultura sta da un’altra parte, non certo a Sanremo. Poi siam tutti liberi di schiacciare questo o quel tasto sul telecomando (o di schiacciare solo quello rosso;)

  6. Ma lo so:) In fondo la pensiamo allo stesso modo in questioni molto più importanti! Comunque non ho mai detto che Sanremo è cultura…è sicuramente un grande spettacolo che per una settima catalizza l’attenzione su di sè nel bene e nel male!

  7. Puff! Come ho già detto a scritto questo tipo di post, dico che vivendoci, vicino, vicino, per noi è solo un gran casino. Ho anche fatto la rima! Squittini!

  8. Ti ringrazio per il messaggio di sostegno che mi hai lasciato oggi….ero e sono così arrabbiata….guarda che la rete è davvero una realtà più perfida della vita “reale” (scusa la ripetizione)…

    Il festival non lo seguo molto, o meglio ci provo tutte le sere di tutti gli anni, ma la musica per me è una ninna nanna portentosa dopo mezz’ora dormo beata tra i cuscini….ihihih

    • Almeno un vantaggio c’è visto che ti fa dormire così beatamente! Hai ricevuto risposte da quel blog?

      • artù in ha detto:

        ciao!
        grazie per il tuo messaggio…cerco di capire cosa non funziona con blogger…

        per quanto riguarda le risposte, dopo una esternazione di basso livello da parte del personaggio, io mi sono limitata e mi sono trattenuta dal rispondere ancora, non ne vale la pena …non trovi?

      • Non ne vale proprio la pena…quindi una prima volta vi siete sentiti???

  9. Tararà, parappappappaparà, parappappapparà, prarappappappaparararà, tararà.

  10. E’ uno degli appuntamenti che più attendo ogni anno. Molto italiano e soprattutto trash al punto giusto!

  11. E certo che lo guardo!!! Io adoro guardare Sanremo e le poche volte che non è successo si possono contare sulle dita di una mano!! Quindi pure quest’anno sarà il mio appuntamento imperdibile di febbraio 🙂
    …e sono proprio curioso di sentire e vedere certi big… ci sarà da mettersi le mani in testa!!!

  12. Vi avviso in anticipo che Domenica non potrò pubblicare nessun articolo su un altro personaggio straordinario per impegni universitari…presto riprenderò attivamente la gestione del blog…spero che mi possiate perdonare! A presto cari lettori:)

  13. Clamoroso…Celentano potrebbe non salire sul palco dell’Ariston!!! Sembrerebbe che il direttore della Rai Lorenza Lei abbia messo un freno alla presenza del Molleggiato: infatti vorrebbe sapere in anticipo le parole del suo intervento…ma dove siamo in dittatura, dove tutto deve essere controllato prima??? Mi viene voglia di non pagare più il canone!!!

  14. Buon Salve! E certo che lo vedrò!!!! Mica si può lasciar scappare un’occasione così ghiotta di vedere in ghingheri alcuni soggettoni del nostro panorama italiano!!! Tipo…BERTè/D’ALESSIO…parliamone…San Remo si è trasformato in una specie di centro di collocamento relitti canterini?!? Credo che quell’esibizione la guiarderò senza audio…più trash di così…

    Comunque, scherzi a parte, son curioso di sentire la canzone dei Marlene in primis, di Bersani, della Fornaciari, di Finardi e di Noemi…ah si, anche la Zilli.

    Sanremo Social non l’ho seguito, infatti non avevo ben afferrato a cosa si riferisse la sfuriata di Iachetti…certoè che, se le cose stanno così, il buon Morandi e Mamma Rai hanno fatto una gran vaccata! Ma in fondo c’era da aspettarselo. San Remo è pilotato dalle grandi case discografiche. E’ stato sempre così e continuerà ad esserlo. In fonso è un Festival che rispecchia perfettamente lo spirito inciucione di questo nostro bel paese!

    Detto ciò…buona notte!

    • Si purtroppo i grandi cantanti italiani non si mettono più in gioco, anche perchè non hanno più bisogno della pubblicità…ormai D’Alessio e Bertè sono falliti e Sanremo è l’unico modo che potrebbe farli risalire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: