Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

E chiamale se vuoi emozioni…

Dopo la lunga pausa festiva riprendo con gran piacere l’appuntamento con la rubrica domenicale “Personaggi Straordinari” e, per farmi perdonare l’attesa di ben tre settimane, vi propongo niente poco di meno che la leggenda della musica leggera italiana…Lucio Battisti!

Nel corso della sua cariera ha venduto più di 25 milioni di dischi e ancora oggi è amato da moltissimi giovani che, pur non avendolo conosciuto e apprezzato direttamente, vedono in lui l’incarnazione di un’icona nazionale, che con talento e creatività ha innovato per sempre la melodica e tradizionale canzone italiana.

Le sue canzoni non smettono, anche dopo 14 anni dalla morte, di emozionare e di unire gli italiani come di fronte a un inno nazionale!

A consocrare il suo inarrestabile successo è l’indimenticabile “Balla Linda”, che senza bisogno di classiche rime baciate, incanta per la sua straordinaria orecchiabilità…

Storica è la prima e unica partecipazione di Lucio al Festival di Sanremo del 1969 con la canzone Un’avventura, dove riesce a conciliare la melodia italiana con le atmosfere e i suoni del rhythm and blues; non a caso, l’interprete straniero che gli viene affiancato è Wilson Pickett, un importantissimo esponente di quel genere musicale. Il brano si piazza al nono posto nella classifica finale e nessuno si sarebbe mai aspettato il futuro successo: infatti la sua partecipazione a Sanremo aumentò di molto la popolarità, ma lo espose anche a critiche di vario genere. Pensate che il Corriere della Sera definì l’interpretazione di Battisti «impacciata», Il Giorno criticò duramente la sua voce, parlando di «chiodi che gli stridono in gola», mentre Il Messaggero ironizzò sulla sua capigliatura anticonformista, equiparandolo ad Attila, re degli Unni.

Il 1969 è un anno d’oro data la pubblicazione di capolavori dal calibro di Acqua azzura acqua chiara, Dieci ragazze e Mi ritorni in mente

Il 23 aprile del 1972  Battisti partecipa alla trasmissione televisiva Teatro 10 presentata da Alberto Lupo e canta in anteprima I giardini di marzo. L’aspetto più spettacolare della serata è il duetto con Mina. I due si esibiscono in un medley composto da Insieme, Mi ritorni in mente, Il tempo di morire, E penso a te, Io e te da soli, Eppur mi son scordato di te ed Emozioni…questa esibizione passerà alla storia della musica italiana e sarà l’ultima in televisione per il cantautore.

Il 1973, invece, gli regala la prima posizione in classifica con “Il mio canto libero”. Non potendo elencarvi tutti i suoi innumerevoli successi passo al 1978, anno che vede nascere Nessuno dolore e Una donna per amico e al 1980, famoso per il suo Con il nastro rosa.

Vi sarete sicuramente accorti della mancanza di una canzone famosissima, ma in realtà di proposito l’ho lasciata come dulcis in fundo…è indubbiamente La canzone del sole del 1971…non è forse la più rappresentativa del suo enorme successo???

E qual’è il vostro pezzo preferito??? Quello che vi fa ancora emozionare come se lo si ascoltasse per la prima volta??? Non vale dire tutti…anzi si, perchè anche io al vostro posto non saprei rispondere!!!

Al prossimo personaggio straordinario…

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

26 pensieri su “E chiamale se vuoi emozioni…

  1. ottima la citazione riguardante Wilson Pickett, se ti capita guarda la sua performance a Sanremo su Youtube: io mi ci faccio le seghe con quel video!

    Per il resto sono cresciuto con le canzoni di Battisti (come tanti) causa genitori amanti delle sue canzoni, e la Canzone del Sole è stata (anche qui come per tante persone) il primo brano imparato con la chitarra!

    • Ho visto…come sempre hai ragione!!! Siamo cresciuti un po’ tutti con Battisti grazie ai nostri genitori, alle repliche televisive, alle radio che ancora oggi trasmettono i suoi inediti, a Youtube dove puoi trovare i video più esilaranti e anche grazie ai recenti talent, che propongono in chiave moderna i suoi pezzi consegnandoli alle nuove generazioni.

  2. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Io non ti “ribloggo” ma ti riabbraccio: sempre di alto livello, questi tuoi post, confezionati col cervello ma anche col cuore. 🙂

    Che ridere, le cantonate dei nostri giornalozzi: fanno così anche al cospetto dei veri Scrittori… :-))))

    • Preferisco di gran lunga i tuoi commenti:) Tutti i grandi sono stati stroncati in gioventù…questo ci può aiutare ad affrontare con più forza le critiche o i momentanei fallimenti professionali!

  4. Sere in ha detto:

    Per chi ama la musica come noi è davvero difficile dire quale sia la canzone più bella di Battisti.. per mio gusto direi Emozioni, ma anche E penso a te è una delle mie preferite e.. i duetti con Mina sono fantastici…
    Buona gioranata Dada xD

    • I medley di Battisti riscuotono sempre grande successo nelle serate di piano bar…tra i pezzi che ho cantato ci sono: Con il nastro rosa, Il tempo di morire, E penso a te, Il mio canto libero e altri in forma ridotta…tutti interpretati con grande onore e passione!!!

  5. Eh, la domanda è troppo difficile. Ce n’è una che ogni volta è una cascata di brividi. Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi… 🙂 Straordinario veramente e, tipico di tutti i personaggi straordinari, resterà l’unico.

  6. Concordo con Matteo. Io vorrei non vorrei ma se vuoi (di questo brano c’è una splendida versione live di Antonella Ruggiero). E penso a te, Non è Francesca e Amarsi un po’.
    E poi Emozioni…

  7. Non a caso ho scelto un verso di Emozioni come titolo!

  8. Bella questa tua ricostruzione di Lucio!
    Io l’ho vissuto da giovanissimo e poi, nell’adolescenza.
    Però… Nonostante possegga molti dei suoi 33 e 45 giri che tengo gelosamente, non lo ascolto più molto volentieri.

    Ma è sempre fantastico e meravigliosamente bravo. Un esempio di come la musica italiana potrebbe essere, invece delle “piolghe” che vengono scritte e cantate in questi ultimi anni (a parte pochissime eccezioni)

    Abbraccio

    • Piolghe??? Boh…mai sentito! Come mai non lo ascolti volentieri, se posso chiedertelo?

      • Ops… Scusa…
        In forma dialettale romagnola piolghe significa lagne 😀

        E Battisti mi ricorda momenti poco felici della mia vita ed allora quando ascolto la sua voce mi riporta, inesorabilmente a quei momenti.

        Un abbraccione!

      • Immaginavo…è incredibile pensare al ruolo fondamentale della musica nella nostra vita!

  9. Troppo bello il tuo appuntamento con i personaggi illustri, meno male che è ripreso!!!

  10. Davide mio diletto finalmente riesco a leggerti!!! Ho lasciato un commento per te dal nostro amico Nowhere M. non so se lo hai letto. Comunque, torniamo a noi! MOOOLTO (si, con tre O) bello come sempre leggerti (ormai sono ripetitiva, mi si spegne il cervello quando leggo qualcosa di bello e nonostante volessi commentare chilometri di parole, riesco a scrivere spesso a malapena “bello leggerti!” Neh, che figura… Mah, o mamma, che prolissa che son stata! Questo è quanto, per ora! A presto, qui, o su Friday! -Nora*- con simpatia! Ciao!

  11. Superbravo, indimenticabile Battisti! La sua musica è stata in gran parte la colonna sonora della mia vita, dall’adolescenza in poi. Ricordo ed ascolto ancora con piacere ed emozione “Una donna per amico” che ha fatto da sfondo al grande amore (poi sposato :-)). Complimenti per il post e buon pomeriggio.

  12. Squit! Che bellissimo post! Adoro Battisti. La mia canzone preferita? “Due mondi”, si lo so, sono strana. E per la seconda concordo con Chagall e Matteo ” Io vorrei, non vorrei ma se vuoi ” è straordinaria. Penso che finchè vivremo noi continuerà a vivere anche lui e probabilmente anche con i nostri figli. I miei lo cantano a squarciagola quindi…. Un abbraccio!

  13. Roby in ha detto:

    Ciao Davide,
    Molto bello cio’ che hai scritto.

    Un bacio dalla tua sorellona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: