Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

Galateo a tavola

Eccoci giunti all’odiata Epifania che le feste porta via…da domani scompariranno le luminarie dai balconi e le case sprofonderanno in un profondo buio…che tristezza! Via nastri, stelle, palline e capannine e arrivederci all’anno prossimo, quando li ritireremo fuori dagli scatoloni polverosi della cantina! Finiranno le abbuffate e almeno fino a Pasqua possiamo risparmiarci i parenti più antipatici…auf wiedersehen anche alle tavolate!!! Approposito come avete allestito le vostre tavole nei cenoni e soprattutto avete seguito le rigide regole del Galateo???

Ecco l’intricata legenda della tavola perfetta secondo il saggio di Della Casa…mi spiegate chi ha nella proprio credenza tutte queste posate??? Ma poi ci vorrebbe un tavolo chilometrico per farci stare tutto…ci sono 16 pezzi per ogni commensale, quindi su un tavolo da 10 arriveremmo a ben 160…mi passa la fame solo a pensarci!!!  Va bene il doppio bicchiere e i piatti diversi per portata specialmente nelle feste, ma di tutto il resto possiamo anche farne a meno! In fondo tra amici e parenti le cose importanti sono altre e poi alla fine la tovaglia si trasformerebbe in un campo di battaglia specialmente con bambini nei paraggi, quindi risparmiamoci un’inutile fatica.

Semplicità non significa assenza di gusto o di classe…basta poco per stare bene e non è retorica!!!

Ecco la mia tavola natalizia…

La cosa più bella però è stata vedere tutta la mia famiglia riunita per un giorno intero!!!

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

27 pensieri su “Galateo a tavola

  1. Ciao concittadino!
    Fatti coraggio, che poi ,passati gennaio e febbraio, arrivano la primavera e finalmente la mia adorata estate.
    Cristiana

  2. Perfettamente d’accordo con te! Al massimo, una posata appuntita in più (forchetta o coltello) per infilzare una chiappa a qualche fanatico del galateo… 🙂

    Bella la foto della vostra mensa festiva: bella immagine d’intimità, e guardandola m’è venuto da aggiungere un posto anche per me…

    Ciao amico mio!

  3. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  4. ora, non vorrei passare per quello volgare, ma io proprio lo odio il galateo, fosse per me mangerei tutto con le mani e rutto libero a tavola siempre!! 😉

  5. ma che bella tavola! Ahimè non conosco le regole del galateo, e comunque credo che per rispettarlo, devi avere una dispensa grande come una tavola…a proposito, riesci ad entrare su twitter ora? Ciao!

  6. Se mai, semplicità è un sinonimo di gusto e classe. Queste regole di galateo sono state concepite chissà quando, sono anacronistiche.
    Inoltre, i bambini in passato, pranzavano o cenavano separatamente dagli adulti.
    Insomma, la tua tavola mi sembra splendida… e piena di calore. È la cosa che più conta!
    Ciao Davide.

  7. Già….le feste sono finite, per fortuna o purtroppo???

    Bella la tua tavola, con una tavola così mi sedrei volentieri per pranzare in compagnia, so che mi troverei a mio agio, mentre in tavole apparecchiate come quella del galateo ….scapperei a tutta velocità, mi sentirei terribilmente a disagio….e sai che ho scoperto da te che il tovagliolo va a sinistra????pensare che ho pure fatto la cameriera e non me lo avevano mai detto…ahhahahah

    baci

  8. Bella la tavola, bello il calore che si crea nello stare tutti uniti, ma non si potrebbe fare Natale in questo senso un pò più spesso?….
    Cari saluti

    p.s. grazie per avermi fatto visita

  9. Penso che ora tu possa.
    Grazie!
    Cristiana

  10. Davide…sei un mito!!!
    Ho già scaricato l’immagine riepilogativa delle varie postazioni di posate, bicchieri…ecc.
    Piccola curiosità …se vai in Francia il bicchiere piu’ grande è riservato al vino anzicchè all’acqua come da noi !! Loro vanno fieri dei vini locali!
    Buon inizio d’anno …che ti porti tutto cio’ che il tuo spirito libero desidera e un pizzico di fortuna che non guasta mai!

    • Grazie mille per il tuo commento!!! Molto interessante la tua informazione sugli usi francesi, anche se la Francia non deve proprio insegnarci niente in questo senso!

  11. Rieccomi operativo al 100% 😀
    Ma ciaoooo

    allora… Natale per me significa famiglia e starci assieme, quindi condivido appieno ciò che hai detto e sopratutto il galateo mi fa una pippa (e concedimi l’eufemismo). semplicità e buongusto, non cose pompose.

    Abbraccio!!!!

  12. Beh…io pensavo di arrivar qui e trovare un blog di cucina…ehehe…e questo non è un blog di cucina!!! ma scorrendo trovo questo post…quindi quale migliore occasione per lasciarti il mio primo saluto? Grazie di esserti fermato da me…come prima cosa!!!poi a dire il vero sono d’accordo con te…tra parenti e amici non servono tutte quelle posate 😉 però ti assicuro che in un buon servizio da tavola ci stanno tutte 😀 …e a dirla tutta è bello almeno una volta ogni tanto apparecchiare la tavola così… ma solo una volta ogni tanto ehhhhhhhhhhhhh!!! io non ho lavastoviglie! 😛

    • Io un blog di cucina??? ahah! Ho fatto amicizia con i fornelli solo recentemente! Naturalmente nei giorni di festa ci si può dedicare alla cura della tavola, ma nel resto dell’anno il tempo è tiranno! Mi farebbe piacere se continuassi a seguirmi anche se la cucina non ci accomuna!

  13. Grazie…ricambio sicuramente il favore! Inoltre seguo con piacere un altro blog di cucina: “La casa di Artù”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: