Davide Bellombra

"Voce nel silenzio"

Benigni…Re Mida!

“E’ un momento difficile, finora abbiamo scommesso sulla nostra parte più bassa, ora dobbiamo puntare a quella più alta, ricordare che il mondo non ce l’abbiamo in dono dai nostri padri ma in prestito dai nostri figli. In questa fase di difficoltà ho sentito vicine, sincere e profonde le lacrime della signora Fornero, mi ha fatto avere una piccola emozione. Non ho consigli da dare se non che nei momenti difficili bisogna stare insieme, lo sappiamo fin dall’Ecclesiaste. Un grande padre della nostra patria, che è stato in galera, in esilio, ha fatto la resistenza e ha subìto cose terribili per la nostra libertà. Ebbene lui che era pacifista convinto andò volontario nella prima guerra mondiale perché, disse, aveva visto che a partire erano i figli dei contadini, degli operai, tutta povera gente e in quel momento il bisogno che sentì era che doveva dare più di loro, per questo partì con loro, ma in prima linea, perché chi ha di più deve dare molto di più. Quando si danno loro dei consigli bisogna ricordarsi che i ragazzi non ascoltano quelle parole, perché non hanno bisogno di sermoni ma hanno bisogno di esempi di onestà. Guardare avanti perché come diceva Andrea Pazienza, non bisogna mai tornare indietro, nemmeno per prendere la rincorsa”

Ecco il discorso conclusivo che il geniale Roberto Benigni ha offerto ieri sera a #Il più grande spettacolo dopo il weekend dopo una brillante satira e il suo storico Inno al corpo sciolto…parole sagge, passionali e commuoventi che hanno reso la sua partecipazione straordinaria e che hanno mostrato l’autentico animo del nostro Roberto (le battute su Berlusconi sono state sicuramente divertenti, ma ormai già trite e ritrite). 

La sua presenza non ha deluso le aspettative neanche a livello di ascolto: infatti il picco di 16 milioni e 60 mila spettatori è stato raggiunto non casualmente durante il suo discorso…un vero successone! Ma prevedere cotanto successo di audience non era poi così arduo…Benigni e la tv hanno da sempre un rapporto preferenziale. Come il leggendario re Mida anche Roberto trasforma in oro ogni cosa che tocca, basta una sua breve comparsata per trasformare un programma in un catalizzatore di ogni generazione! Nel 2007 ha compiuto un vero miracolo, riuscendo a incollare davanti alla tv più di 10 milioni di persone e non grazie a una spietata satira, bensì con i dolci versi del V canto dell’Inferno…ci ha fatto sognare con l’intenso amore di Paolo e Francesca come nessun accademico sarebbe mai riuscito a fare. 

Non hanno bisogno di presentazione i versi più conosciuti al mondo…

Nel 2002 la lettura del Paradiso superò addirittura i 13 milioni di telespettatori e poi non si può dimenticare il capolavoro de “La vita è bella”, il film italiano più visto di tutti i tempi, che sul piccolo schermo raccolse 16 milioni 18 mila telespettatori e il 53,67 per cento di share.

Seguirono molti e giusti riconoscimenti come i premi Oscar per il miglior film e il migliore attore protagonista

Galeotto fu Benigni per il Festival di Sanremo nel 1980, nell’ 83, nel 2002 con Pippo Baudo, nel 2009 con Bonolis e nel 2011 con Morandi in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia.

INDIMENTICABILE

Ma vi ricordate quando saltò addosso a Raffaela Carrà toccandola in parti dove non batte il sole???  E quando toccò i gioielli di famiglia a Pippo Baudo baciandolo pure in bocca??? Quando scrisse con Celentano la lettera a Berlusconi a Rockpolitik??? Quando recitò la lettera di Oscar Wilde a Sanremo??? Sicuramente ho ricordato la minima parte di tutti i suoi successi, ma l’importante è non scordarci mai che mito e orgoglio italiano sia Roberto Benigni!!!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

16 pensieri su “Benigni…Re Mida!

  1. Ti dirò, che amavo e preferivo di gran lunga il primo Benigni, diciamo dagli inizi fino a Johnny Stecchino (per San Nicola mi sono regalato il dvd “Tuttobenigni dal vivo”, uno spettacolo registrato nel 1984, una vera perla di intelligenza e comicità!) mentre il Benigni nazionalpopolare e patriottardo degli ultimi tempi non mi fa per niente impazzire… Per esempio il testo dell’inno di mameli mi fa semplicemente schifo (e non sono un leghista) anche se a leggerlo è lui…
    Bonne nuit! 🙂

  2. non so, forse c’era troppa attesa, ma l’intervento di Benigni mi ha deluso. La parte su Berlusconi era un po’ così, niente di che (a parte qualche battuta azzeccata ma l’ho visto fare di meglio), sembrava quasi che non fosse a suo agio. Boh, forse un’impressione mia.

    p.s: certo che se proprio uno deve stare su rai1 meglio certe cose che altre (ovvero tutto il resto!)

    • Condivido ogni cosa: infatti nell’articolo ho scritto che le battute su Berlusconi erano ormai vecchie!!! Comunque vederlo ogni tanto sulla tv pubblica fa bene e sicuramente è meglio delle solite facce da …!!! Ciaooo

  3. Benigni è davvero un Re Mida, ma la sua non è magia, né una maledizione, è arte, talento. Poi assieme a Fiorello è un condensato da preservare. Specie in via d’estinzione da proteggere quei 2. Fantastici! (Mi salvo il tuo blog fra i preferiti, un abbraccio!)

    • Grazie! Quando due personaggi hanno tanto talento, la gente pretende troppo e non si accontenta mai…questo è il danno dell’essere troppo bravi! Le critiche che hanno ricevuto entrambi sono fumo in confronto agli ascolti, quelli contano davvero…ricordiamoci che la Rai grazie a questo show ha guadagnato milioni di euro grazie agli introiti pubblicitari!

  4. Porca miseriaccia! Ha battuto persino il Sanremo di Morandi che era parso un mezzo miracolo televisivo, ascolti parlando. Io credo che a fare i criticoni, certe volte, si faccia solo brutta figura.

  5. Benigni è un capolavoro di personaggio, io quando penso a lui me lo vedo in quella scena di Il piccolo Diavolo…Modello Giuditta, quanto ridere!
    Bello il tuo omaggio al nostro comico più dissacratore che tutti amiamo, bravo Davide, scrivi davvero bene!

    • Grazie per i complimenti e per il commento:) L’omaggio è proprio sorto spontaneo dato il suo grandissimo talento!!! Inoltre non è solo un comico ma anche un grande critico dantesco…pensa che il mio professore di letteratura italiana all’università l’ha citato più volte durante le lezioni sulla Commedia. Ciao e torna quando vuoi!

  6. Ciao, grazie della visita e del commento nel mio blog italiasenzavalori.
    Volevo chiederti, hai un blog sulla piattaforma blogger?
    Ora commento io: Penso che Benigni ci esalti troppo. Penso che la vita non abbia un senso e che i momenti belli siano pochi e inoltre penso che Dante era un cattolico quindi a me non molto simpatico, specie poi per quel suo voler posizionare la gente fra Paradiso e Inferno..ah già, pure il Purgatorio, mah!
    Qualche bella lezione in Tv su Foucault o Russell sarebbe molto meglio 🙂

    • No il mio blog è sulla piattaforma wordpress…comunque rispetto la tua opinione, anche se a proposito di Dante non bisogna dimenticarci del suo contesto storico e che nel Medioevo questa era la mentalità…non bisogna giudicare un uomo del passato con canoni contemporanei! Comunque grazie di essere passato:)

  7. artù in ha detto:

    Mi associo al tuo pensiero su Benigni…è fantastico, ha un suo tocco speciale nel dire cose “normali”, ci fa pensare, ci fa apprezzare tante cose belle che neppure ci accorgiamo di avere “vicine” ad esempio il famoso Inno di Mameli, come hai ricordato tu….

    Buon week end

  8. Condivido in buona parte il parere dello zio Nik. Benigni nazionalpopolare è sì un talento, ma ha perso del tutto la carica sovversiva dei suoi primi film e apparizioni televisive. Ti invito a cercare i suoi primi film, quelli sì imperdibili: Daubailò e Il piccolo diavolo tra i miei preferiti.

    • Ok cercherò! Comunque è normale che un uomo invecchiando perda in parte l’energia giovanile, poi si era rotto da poco il piede e di certo non era nella sua massima forma! Ciao e a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: